Origini e Tradizioni delle Fedi nuziali

fedi-matrimonio-

fedi-matrimonio-Le fedi nuziali, da sempre, rappresentano il simbolo principale del matrimonio, nonchè quello più visibile, basta dare un’occhiata alla mano sinistra e la presenza della fede è il primo segnale del fatto che chi abbiamo di fronte è una persona che, almeno nelle migliori intenzioni, si è impegnata per tutta la vita!

La tradizione delle fedi nuziali, utilizzate per sugellare la promessa d’amore, ha origini molto antiche. Il termine “fede” deriva da quello latino “fides” che vuol dire fedeltà. La forma circolare simboleggia l’unione tra due anime e la sua collocazione al dito anulare della mano sinistra deriva dalla credenza che da lì passi una piccola arteria che risalendo per il braccio arriva direttamente al cuore. Questo accade da noi, mentre in alcuni paese del Nord Europa e in Spagna la fede nuziale si porta alla mano destra.

Già in epoca barbarica le coppie di innamorati avevano la consuetudine di scambiarsi gli anelli nuziali e di fidanzamento per la promessa di matrimonio. La distinzione tra l’annello di fidanzamento, che sugellava la promessa di matrimonio, e l’anello nuziale vero e proprio, che consacrava il vincolo, risale all’epoca Romana. Il metallo che veniva utilizzato era solamente il ferro o il rame e raramente l’oro e, inizialmente, tanto per cambiare, era una consuetudine prettamente maschile, quindi era solo l’uomo ad indossare l’anello.

A partire dal XVI secolo, invece, anche le donne cominciano ad indossare l’anello come simbolo del matrimonio e già nel Settecento nasce l’idea di personalizzare le fedi incidendo al loro interno il nome degli sposi e la date delle nozze.

La tradizione di utilizzare l’oro invece del ferro per forgiare le fedi nuziali si deve all’influenza cristiana. Nella religione cristiana, infatti, l’oro giallo è da sempre simbolo di eternità. Oggi però sempre più coppie di sposi preferiscono optare per l’oro bianco, rosso o per il platino e anche le dimensioni e le caratteristiche delle fedi, a volte per esempio intrecciate o con l’aggiunta di una pietra, sono tante e diverse così come la loro denominazione, La Francesina, La Mantovana, La Classica ecc.

Nel matrimonio civile, normalmente, spetta al testimone dello sposo l’arduo compito di portarle sul luogo della cerimonia e di consegnarle agli sposi, in quello cattolico, invece, se non sono i teneri pagetti a commuovere tutti mentre timidamente arrivano all’altare con le fedi, sarà uno dei testimoni ad occuparsene. Il momento dello scambio delle fedi e delle promesse nuziali, nella maggior parte dei casi, è il più suggestivo ed è quello durante il quale è consigliabile avere un fazzolettino a portata di mano!

Attraverso lo scambio delle fedi la coppia giura reciprocamente amore eterno dinanzi a Dio. Proprio per la corrispondenza del dito sinistro all’arteria che arriva direttamente al cuore, sede dell’amore e dei sentimenti, portare la fede all’anulare sinistro acquista il significato di un impegno di fedeltà e di protezione del cuore.

Un’antica credenza cinese ritiene per esempio che ad ogni dito della mano corrisponda qualcuno a noi caro: il mignolo rappresenta i figli; il medio rappresenta noi stessi; il pollice rappresenta i genitori; l’indice rappresenta fratelli e sorelle; l’anulare rappresenta il partner.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un tuo commento:

Ricerca per: