Ecco cosa c’è da sapere sul libretto di matrimonio

libretto matrimonio

Il libretto del matrimonio è un elemento che non può mancare a prescindere da quale sia il rito scelto per la celebrazione, dato che in questo modo, tutti gli invitati potranno avere un iter riguardante la scaletta del matrimonio. Senza contare il fatto che potrà essere un ricordo carino che rimarrà a tutti i partecipanti. Ma come va preparato il libretto? Ecco alcuni consigli utili!

Premettiamo che non c’è un metodo standard per creare il libretto del matrimonio perfetto, dato che dipende da tanti fattori come ad esempio dalla sua lunghezza.  Si può decidere di fare un vero e proprio libricino oppure un pieghevole nel caso in cui la sua lunghezza complessiva non sia eccessiva. Le variazioni possono dipendere anche dai gusti degli sposi, dalla loro fantasia o dalla tipologia di cerimonia che stanno organizzando.

Le differenze sostanziali si potranno notare in funzione del rito scelto per la celebrazione del matrimonio. Qualora si optasse per il rito religioso, i testi saranno decisi insieme al parroco che celebrerà il matrimonio, mentre nel caso di rito civile, la scelta ricadrà esclusivamente sugli sposi, che saranno pienamente liberi di creare il libretto senza alcun tipo di vincolo.

Passando ai contenuti, ecco cosa non può assolutamente mancare nel libretto: nome degli sposi e del celebrante, nome dei testimoni ed eventualmente quello delle damigelle d’onore. Ciò premesso, vanno ad aggiungersi nel contenuto di quest’ultimo anche gli articoli del Codice Civile attinenti il matrimonio. Dopodichè, spazio alla fantasia: si potrà infatti decidere di aggiungere letture, citazioni, poesie, promesse e chi più ne ha più ne metta. Ovviamente si può decidere di creare anche una sorta di iter della giornata, partendo dalla location in cui si terrà il ricevimento (con indicazioni annesse), fino ai ringraziamenti e altre personalizzazioni.

Nel rito civile i testi da aggiungere saranno di meno e soprattutto più brevi, ma come già accennato, non c’è una regola standard, è tutto a discrezione degli sposi.  Sicuramente, meno testi da inserire significano automaticamente più spazio alla fantasia e quindi più libertà nella personalizzazione del tutto.

Un consiglio che sicuramente sentiamo di darvi è quello di consultare già con largo anticipo l’agenzia che si occuperà di realizzare il vostro libretto di nozze, in modo da considerare eventuali “intoppi” e da non incorrere in sgradevoli situazioni inaspettate. Subito dopo aver scelto le partecipazioni, passate allo step del libretto di nozze, giusto per dare un ordine all’organizzazione del matrimonio nel suo insieme.

 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un tuo commento:

Ricerca per: