Le foto del matrimonio, un ricordo indelebile.

fotografo matrimonio

Nonostante la nostra era sia divenuta oramai totalmente digitale e i vecchi e cari album fotografici, che contenevano gli scatti migliori, siano stati sostituiti da cd e hard disk che contengono milioni di foto, il giorno del matrimonio è rimasto forse uno dei pochi che ancora vanta il privilegio di essere immortalato in un album fotografico, l’unico che riesce dare la soddisfazione di essere sfogliato, sempre e da chiunque, e di far rivivere la gioia e le emozioni di quel momento.

Se infatti alcune coppie di sposi decidono di celebrare il giorno più bello e importante della loro vita in maniera molto semplice e senza troppi eccessi, per cercare di contenere il più possibile le spese, non rinunciano però ad investire una buona parte delle proprie risorse economiche per il servizio fotografico del matrimonio. Non c’è nulla infatti che al pari delle fotografie, anche a distanza di molti anni, sia capace di risvegliare i ricordi di tutti i splendidi momenti immortalati dal fotografo, da quelli più commoventi a quelli più divertenti.

Essendo quindi un ricorso prezioso è bene scegliere con cura il professionista al quale affidare il servizio fotografico del vostro matrimonio e selezionarlo in base al tipo di servizio che vi piacerebbe avere, uno di quelli classici, uno stile reportage, uno che non vi chieda mai di mettervi in posa e sia capace di immortalare ogni momento in maniera naturale e così via. E poi, la scelta va fatta anche in base alla tipologia di album fotografico, tradizionale o fotolibro.

Il tradizionale album fotografico di diverso, rispetto a quello dei nostri genitori, probabilmente ha soltanto la qualità delle immagini e della carta fotografica e contiene anche scatti, che non siano solo quelli canonici degli sposi nei momenti più importanti e delle rispettive famiglie, simpatici e divertenti e che immortalano la festa vera e propria, per il resto non cambia nulla e le foto vengono applicate sulla pagina dell’album.

Il fotolibro invece ha di particolare che le foto non vengono applicate sulle pagine dell’album ma sono esse stesse le pagine dell’album che per questo motivo assume l’aspetto di un libro. Il fotolibro, inoltre, consente una maggiore manipolazione grafica con numerosi effetti fotografici e particolari impaginazioni.

Sia in un caso che nell’altro, comunque, gli sposi, solitamente dopo almeno un paio di mesi dal matrimonio, verranno convocati dal fotografo per un’impresa ardua e faticosa, soprattutto per lo sposo, ossia quella di selezionare, tra centinaia di scatti, quelli che dovranno essere inseriti nell’abum e testimoniare, per gli anni a venire, la magia di quel giorno. Se per voi ne bastano 50 e per vostra moglie invece più del doppio…non preoccupatevi, è normale amministrazione e il fotografo orami sarà come risolvere, senza troppi danni, questo genere di conflitto!

Le foto del matrimonio, un ricordo indelebile.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un tuo commento:

Ricerca per: