Matrimonio a teatro – Ecco un idea originale per le proprie nozze

matrimonio teatro

Ormai sentiamo di matrimoni celebrati e festeggiati ovunque, in location suggestive o in altre abbastanza improbabili, dalla spiaggia al rooftop di grattacieli, ma c’è un “wedding trend” che rispecchia a pieno stile, eleganza e classe: il matrimonio a teatro.
Non avete mai sentito parlare di matrimoni a teatro?

No, non stiamo parlando di inscenare le nozze come fossero una pièce teatrale, bensì di scegliere come location per la vostra cerimonia il teatro.
L’Italia è terra di bellissime chiese, di case comunali in palazzi storici di grande prestigio, ma è anche terra di teatri suggestivi, preziosi come perle incastonate nelle nostre città d’arte.
Ora vi chiederete “ma come possiamo sposarci a teatro?” e “il rito civile celebrato in un teatro avrà validità legale?” – Beh, non temete, vi rispondiamo subito!
Oggi, sono molte le amministrazioni che hanno scelto dei teatri come succursali della propria casa comunale, proponendo questi locali per le cerimonie civili, un po’ per fare cassa, non neghiamolo, un po’ per la crisi che ha colpito l’attività teatrale e che vede questi bellissimi luoghi, spesso, inutilizzati.

Le due opzioni per un matrimonio a teatro

Sarà possibile celebrare il matrimonio in Teatro, riservando ovviamente platea, galleria o palchetti per gli ospiti che assisteranno al rito per poi proseguire nelle sale del teatro stesso, dove verranno allestiti veri e propri banchetti nuziali con musica dal vivo e tutto ciò che concorrerà a rendere unico il vostro grande giorno.
Potrete utilizzare il palcoscenico solo per la cerimonia civile per poi trasferirvi presso la location prestabilità per i festeggiamenti e per il ricevimento, in cui sarà allestita la cena (la maggior parte dei teatri celebra matrimoni nel pomeriggio) o un buffet con catering nel caso la location non disponesse del servizio di ristorazione.

Il rito del matrimonio a teatro

Anche in questo caso le opzioni sono due e contemplano, in primo luogo, la possibilità di celebrare un rito civile riconosciuto, in teatri che abbiano già usufruito di questa speciale deroga comunale o, come seconda opzione, si potrà ricorrere ad un officiante cerimoniere per un matrimonio figurativo, che avrà lo stesso fascino e le stesse dinamiche di un rito civile ufficiale (anche se, in questo caso, potrete aggiungere passaggi a vostro piacimento, come letture di brani ai quali siete particolarmente legati o riti simbolici come la legatura delle mani), ma non avendo valenza legale dovrà prevedere la firma degli atti in comune prima o dopo l’evento.

Sposarsi a teatro è un’alternativa davvero elegante e romantica alle consuete sale comunali, per quanto belle, in cui vengano celebrati i matrimoni civili. Il teatro sarà una cornice perfetta per la vostra unione e, mai come in questo caso, sarete voi i protagonisti di quel meraviglioso spettacolo realistico che è l’amore. Il fatto di poter calcare la scena in un giorno così speciale con tutti i propri cari come “spettatori” in silenzio come assistessero all’opera più emozionante mai scritta e mai “inscenata”, rappresenta un momento di ineguagliabile charme.

Per una volta gli attori non fingeranno e non reciteranno semplicemente un copione, bensì porteranno in scena il proprio cuore trasformando il palco in realtà regalando agli astanti attimi di pura emozione per un matrimonio sicuramente indimenticabile.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un tuo commento:

Ricerca per: