Il lancio del bouquet – Perchè? Come? Quando?

lancio bouquet

C’è una scena che dai wedding movie americani ai matrimonio veri e propri è nell’immaginario collettivo la più coinvolgente per le invitate ad un matrimonio ed ovviamente parliamo del lancio del bouquet da parte della sposa.

Ma da dove proviene questa usanza? Perché si è adottato questo rito?

Proviamo a fare un salto nel passato per poi arrivare al presente, per raccontarvi la storia del lancio del bouquet.

Storicamente ad essere lanciato non era il bouquet, bensì un lembo dell’abito da sposa, ma si ha notizia dei primi fiori lanciati nei matrimoni arabi e più precisamente a quelli dell’impero Ottomano.
Più di 400 anni fa in Turchia, le donne erano solite adornare la sposa con corone di fiori d’arancio e sempre con questi fiori veniva realizzato un bouquet che simboleggiava la promessa di matrimonio. I fiori d’arancio, infatti, rappresentano la richiesta della mano della sposa da parte del futuro sposo. Da qui il significato del rito, che vede l’amica della sposa, ancora nubile, alla quale verrà donato il bouquet (qualora fosse l’unica amica nubile presente) o che lo prenderà al volo, prossima al matrimonio.

La scelta del bouquet non è sempre così semplice ed è fondamentale, come in ogni altra fase delle nozze, seguire il galateo. Secondo il Bon Ton del matrimonio, infatti, il bouquet dovrebbe essere scelto ed acquistato dallo sposo e sarà sempre lui a consegnarlo personalmente o a farlo recapitare il giorno del matrimonio a casa della sposa, come suo ultimo dono prima delle nozze. Oggi, nella maggior parte dei casi, sono le spose a scegliere direttamente il proprio bouquet, contemporaneamente alla scelta degli allestimenti floreali. Questo perché, se l’abito da sposa ed il tema del matrimonio, fino a qualche decennio fa, erano per lo più molto simili di matrimonio in matrimonio, oggi il bouquet deve necessariamente essere abbinato a stile e colori del vestito e dell’evento.

Anche nel lancio del bouquet il timing è fondamentale!
Possiamo sostenere che siano due i momenti ideali per il lancio del bouquet: il primo è più o meno a metà ricevimento ed il secondo è dopo il taglio della torta. Il secondo potrebbe essere meno adatto per via del buio, ma ha come vantaggio quello di avere già a disposizione tutti gli obiettivi puntati in quella zona, dato che nessun fotografo si perderebbe mai il taglio della wedding cake.
E’ assolutamente sconsigliato di effettuare il lancio dopo la cerimonia a meno che non si abbia a disposizione un secondo bouquet da lancio. La sposa dovrà arrivare alla location con ancora il suo bouquet in mano, che l’avrà accompagnata, ovviamente, durante tutto lo shooting fotografico antecedente all’arrivo.

Nel Sud Italia, ma più in generale in tutto il nostro paese vige anche una tradizione, ormai un po’ in disuso, che al lancio del bouquet preferisce il dono dello stesso all’invitata più anziana o alla suocera. Anche in questo caso, si possono rispettare ambo le tradizioni realizzando un secondo bouquet per il lancio.

In conclusione, il lancio del bouquet è sicuramente un rito gioviale e divertente che può dare un tocco di colore al vostro matrimonio e che vi regalerà scatti davvero indimenticabili per il vostro album fotografico di nozze, quindi sta solo a voi decidere come farlo, quando farlo e che tipologia di bouquet utilizzare.

Il lancio del bouquet – Perchè? Come? Quando?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un tuo commento:

Ricerca per: